Cyrano de Bergerac (Cirano)poeta e spadaccino (1619-1655) colpì la fantasia di Rostand, che ne scrisse una commedia rendendolo immortale
Nasce a Parigi (Francia) il 6 marzo 1619 da Abel de Cyrano e dalla gentildonna Esperance Bellanger.
Ne scrive Francesco Stocchetti nel 1923:
Quando il padre lo relegò in campagna, presso un povero parroco, perché apprendesse a leggere e a scrivere, quanto bastasse, egli si ribellò in mille modi. Il padre tenne duro, ordinò al precettore di usare tutti i mezzi per costringerlo all'ubbidienza, e Cyrano fu più duro ancora. Assalì il parroco e la perpetua, mise a soqquadro tutto il villaggio, suonò a stormo le campane in una notte illune... e il gentiluomo Abel vide un bel giorno il parroco disperato ricondurgli il figlio per non riprenderselo mai più. Eppure...
CONTINUA - PAGINA IN PREPARAZIONE
 
Lettere di Cirano
(da Cirano di Bergerac "Lettere d'amore" edizione italiana S.A. Arti Grafiche Monza, 1923)