Fernando CARETTA1968
Nasce a Lizzanello (Lecce) il 29 giugno 1968. Collabora con agenzie di pubblicità e disegnare capi d'abbigliamento ideati da un noto sarto leccese. Sul periodico di annunci economici locale Business pubblica alcune vignette satiriche.
Nel 1989 arriva a Milano, dove lavora per le Edizioni Masters Immagini collaborando con uno staff di grafici per lo Studio Trentini. Disegna per raccolte di figurine e pubblicità. Per lo Studio Trentini crea fumetti destinati alle riviste per ragazzi Skate e Comix Skate e realizza fumetti sul calcio per le Edizioni Eden (albi intitolati "Curva rossonera", "Curva bianconera" e "Curva neroazzurra").
Entra nel gruppo di fumettisti che lavora ai fumetti erotici Paprica e Nuvola Bianca.
Collabora come grafico e fotoreporter (dilettante) con la rivista Collector Magazine. Interrompe la collaborazione con lo studio Trentini per passare all'agenzia di pubblicità CIPS, e produce per Toys-Toys e McDonalds. Continua in editoria con diari scolastici e raccolte di figurine per Forte Editore, per il quale nel 1993 pubblica su Squadra mia Inter, Squadra mia Milan e Squadra mia Juve.
Lavora per agenzie di pubblicità note e meno note, come Pro AD Service, McCann Erickson, Option Italia, Soleluna. Nel 1994 Trentini, diventato editore (Edizioni 3ntini & C), gli chiede di partecipare alla creazione della rivista Selen, ideata insieme alla nota pornostar Selen. Caretta disegna quindi fumetti in esclusiva per Selen nei successivi tre anni, nel corso dei quali riesce ad affinare lo stile grottesco che ormai lo contraddistingue, e le migliori storie autoconclusive vengono ristampate in albi ("Storie brevi 1" e "Storie brevi 2"). In collaborazione con Vents d’Ouest e Star Comix ripubblica subito dopo alcuni albi anche in Francia, Spagna e Stati Uniti, poi in Germania e ancora in Francia, Spagna e Danimarca.
Nel 1999 esordisce anche come fotografo per la rivista Nu (Edizioni 3ntini & C), con servizi fotografici e fotoromanzi di stile grottesco, e viene invitato ad alcune trasmissioni televisive e radiofoniche.
Affascinato dal mercato dei collezionisti e mercanti di tavole originali, realizza numerose illustrazioni anche su commissione di privati. Inizia a collaborare con la rivista Blue (Mare Nero, poi Coniglio), eterna rivale dell'ormai chiusa Selen. Pubblica servizi fotografici affinando il passaggio tra fumetto e fotografia.