Victor DE LA FUENTE1927-2010
Nasce ad Ardinasa de Llanes (Asturie, Spagna) il 12 aprile 1927. Lavora nello studio del disegnatore Lopez Rubio, a Madrid, tra il 1944 e il 1945. Si trasferisce poi in Cile, dove, insieme ad altri disegnatori, dà vita a un'agenzia che lavora per la pubblicità e produce anche fumetti per gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e la Spagna. Nel 1957 dirige El Peneca, una delle più antiche riviste di fumetti sudamericane.
Torna in patria nel 1968 e poco dopo realizza il western Sunday, su testi di Victor Mora. Subito dopo scrive e disegna su Trinca i personaggi Haxtur, un eroe che cerca il proprio destino in un mondo onirico, e Mathai-Dor, ambientato in un fantasmagorico dopobomba.
In seguito collabora per alcuni anni con la rivista statunitense Creepy, per poi creare altri due western: il personaggio di un sinistro cacciatore di taglie, disegnato direttamente per l'Italia e l'omonimo periodico Mortimer, (Ediperiodici, 1973-1974), e un fuorilegge buono, Amargo, per il mercato francese.
In seguito realizza per il mensile ( suivre) il fantasy Haggarth, che continua per gli Stati Uniti, e la serie degli Angeli d'acciaio su testi di Victor Mora.
Soffre per lungo tempo problemi di salute, e muore in Francia il 2 luglio 2010.
  • Umberto Volpini: "Victor de la Fuente" in WOW n.8, marzo 1977.