Massimo MATTIOLI1943-2019
Nasce a Roma (Italia) il 25 settembre 1943. Debutta nel 1965 sul settimanale Il Vittorioso con il simpatico e un po' surreale Vermetto Sigh. Nel 1966 collabora con Il nuovo Travaso disegnando vignette umoristiche e, negli ultimi 12 numeri del periodico, la pagina a fumetti parodistica "Brividik".
Nel 1968 si trasferisce a Londra (dove tra l'altro collabora con il mensile Penthouse e con Plexus), e qualche tempo dopo a Parigi, dove dà vita a M le magicien per Pif gadget, che gli frutta il premio Phenix nel 1971.
Rientrato in Italia, realizza Pasquino sul quotidiano Paese Sera e dal 1973 dà vita sul Giornalino al coniglio giornalista Pinky, disegnandolo per oltre trent'anni.
Illustra le strisce di "Lo zoo pazzo" su testi di Mario Gomboli, nel 1973-1974 per il Corriere dei ragazzi.
Nel 1977 fonda con Stefano Tamburini, Andrea Pazienza e Filippo Scòzzari (ai quali si aggiungerà l'anno dopo Tanino Liberatore) la rivista Cannibale, che nel 1980 verrà sostituita da Frigidaire.
Crea cosė il fantascientifico Joe Galaxy su Cannibale e a Squeak the mouse su Frigidaire, collaborando saltuariamente con illustrazioni varie a Vogue, Uomo Vogue e Vanity.
Muore a Roma il 23 agosto 2019.