Joe SHUSTER1914-1992
Nasce a Toronto (Canada) il 10 luglio 1914. Si trasferisce nel 1923 a Cleveland, nell'Ohio (USA), dove nel 1931 conosce il coetaneo Jerry Siegel, anch'egli appassionato di fumetti e fantascienza, con il quale nel 1933 dà vita a Superman, capostipite di tutti i supereroi. Non riescono a interessare nessuna agenzia al loro personaggio, troppo innovativo per i quotidiani, ma decidono di continuare a occuparsi di fumetti e nel 1936 incominciano a collaborare con la New Fun Comics (futura National, in seguito ribattezzata DC Comics), dando vita a numerosi quanto effimeri personaggi: Dr. Occult, Henry Duval, Spy e Slam Bradley.
Nel 1938 riescono finalmente a vendere la prima storia di Superman. Senza pensare ai possibili sviluppi, i due cedono ingenuamente tutti i diritti in cambio di un minimo compenso settimanale fisso. Visto il successo ottenuto dal loro personaggio, cercano di rientrare in possesso almeno in parte dei diritti d'autore, ma inutilmente. Appena finita la Seconda guerra mondiale i due fanno per la prima volta causa alla National, senza però veder riconosciuti i loro diritti. Licenziato nel 1947, per alcuni anni Shuster disegna, sempre su testi di Siegel, alcuni personaggi che passano inosservati, ma è ben presto costretto a ritirarsi causa una progressiva cecità, allontanandosi completamente dal mondo dei fumetti e disinteressandosi anche del suo personaggio, lasciando l'amico a portare avanti l'annosa battaglia contro la National. Vengono risarciti, negli anni Cinquanta, con centomila dollari a testa per la creazione di Superboy, ma la National/DC vince la maggior parte delle battaglie legali perché i due autori avevano firmato un regolare contratto cedendo tutti i diritti alla casa editrice. L'ultimo processo si conclude, con l'ennesima sconfitta, nell'aprile del 1975, presso la corte d'appello federale di New York, ma grazie all'intervento di Infantino, la DC riconosce loro almeno un vitalizio di 35.000 dollari all'anno, sempre poco a fronte delle cifre incassate dall'editore a fronte dell'utilizzzione del personaggio nei fumetti, nel cinema e nell'utilizzazione commerciale.
Joe Shuster muore a Los Angeles (California, USA) il 30 luglio 1992.