BUCK ROGERS [in the 25th Century] (Elio Fiamma)Stati Uniti, 1929 / fantascienza / ts: Philip F. Nowlan, ds: Dick Calkins, poi Murphy Anderson, Leon Dworkins, Rick Yager, George Tuska
Capostipite della fantascienza a fumetti, Buck Rogers ha origine da un racconto di Philip Francis Nowlan, "Armageddon 2419 AD" (pubblicato in Amazing Stories, agosto 1928), dove un uomo è colpito dalle esalazioni di misteriosi gas e si risveglia in un mondo tecnologicamente molto progredito.
E' John F. Dille, presidente del National Newspaper Service di Chicago, che commissiona a Nowlan i testi per il primo fantascientifico eroe dei comics dando a Richard W. Calkins l'incarico di disegnarle. Così "Buck Rogers in the 25th Century" esordisce sui giornali il 7 gennaio 1929, contemporaneamente a Tarzan, e suscita un notevole interesse. Nella centesima striscia c'è un'esplosione atomica simile a quella che avverrà nel 1945 a Hiroshima.
Tuttavia il successo non è duraturo: i disegni di Calkins sono di stile retro e poco scientifici; l'autore continua a disegnarne le strisce e dal 1940 al 1947 scrive anche i testi, poi affidati a sceneggiatori come lo scrittore di fantascienza Fritz Leiber. Calkins abbandona infine Buck Rogers, che viene affidato a Murphy Anderson (fino al 1949), quindi a Leon Dworkins (fino al 1951), a Rick Yager (fino al 1958), ancora ad Anderson e a George Tuska, che porterà avanti la serie fino al 1967. Il personaggio, già protagonista di un serial cinematografico nel 1939 e di uno radiofonico nei primi anni quaranta, arriva in televisione con tre serial della ABC nel 1950, nel 1978 (a seguito del quale la Universal farà uscire il film "Buck Rogers nel 25° secolo") e nel 1981.