CAPTAIN EASY (Capitan Easy)Stati Uniti, 1929 / avventura / Roy Crane; poi Leslie Turner et al.
Dalla mascella quadrata e il naso aquilino, questo moderno capitano di ventura è uno dei primi eroi avventurosi dei fumetti. Infatti il 6 febbraio 1929, in un reame da operetta, l'occhialuto e petulante Wash Tubbs, protagonista dell'omonima striscia creata da Crane nel 1924, incontra un certo William Lee, detto Capitan Easy, un simpatico avventuriero espulso da West Point perché ingiustamente accusato di furto da un rivale.
Nel 1932, in pieno boom del fumetto avventuroso, Wash Tubbs diventerà un personaggio secondario e Capitan Easy sarà promosso, a tutti gli effetti, titolare della serie. Dopo essere stato un G-man e aver lavorato al servizio informazioni dell'Air Force durante la Seconda guerra mondiale, questo personaggio è in pratica diventato l'uomo di fiducia di un ricco industriale, incidentalmente suocero di Wash Tubbs. Sempre originale nelle sue avventure, anche se in genere non è mai il vero mattatore delle vicende e mantiene sempre un certo distacco e una autoironia che lo distinguono da tanti altri eroi tutti d'un pezzo, ha avuto successo grazie anche al particolare disegno caricaturale quanto basta ma sempre meticoloso nell'ambientazione.
Abbandonata da Crane negli anni Quaranta, che vuole dar vita a un nuovo personaggio (Buz Sawyer), questa serie è continuata da Leslie Turner, suo assistente dal 1937, il quale, alternando storie umoristiche a storie drammatiche, sa mantenere inalterata l'originalità del disegno e la psicologia del protagonista, spesso impegnato in avventure che lo portano in giro per il mondo. Ritiratosi a sua volta Turner alla fine del 1969, la serie è continuata da Jim Lawrence e Bill Crooks e, in seguito, da Mick Casale.