DRUUNA Italia, 1985 / erotica, fantascienza / di Paolo Eleuteri-Serpieri
Creata dall'autore italiano Paolo Eleuteri-Serpieri per la Francia e apparsa nel 1985 sulle pagine della rivista Pilote, la seducente Druuna vive in un futuro sconvolto da terribili mutazioni genetiche, e solo alla fine della sua prima avventura, "Morbus gravis", si scoprirà che questo mondo è in realtà una gigantesca astronave-asteroide controllata da un computer.
L'autore ha studiato scrupolosamente gli aspetti fisici del suo personaggio, da una parte aiutandosi con la fotografia di modelle in posa e dall'altra elaborando disegni preparatori che gli permettono di controllare molto bene le parti anatomiche e le capacità espressive del personaggio.

 

Nel 2001 l'eroina diventa protagonista anche di un videogioco tridimensionale prodotto dalla Microïds, "Morbus gravis", dove la giovane e sensualissima eroina è ridotta a uno stato di coma vegetativo. L'ambientazione è quella decadente derivata dal fumetto (un po' alla "Blade Runner") popolata da un'umanità sfigurata dalle mutazioni genetiche, e si gioca in prima persona: il giocatore deve tentare di risvegliare Druuna e condurla in salvo utilizzando un sofisticato computer simbiotico, unica via per entrare nella sua mente e rimuovere le cause del coma.