Edmondo DE AMICIS1846-1908
Nasce a Oneglia (Imperia, Italia) il 31 ottobre 1846. Studia a Cuneo, dove la famiglia si è trasferita, e a Torino, dove nel 1863 è alunno del Collegio Candellero; qualche suo scritto viene già pubblicato dal giornale Il Diritto. Ancora bambino, nel 1859, aveva cercato di partire con Garibaldi; a sedici anni entra all'Accademia militare di Modena e partecipa in fanteria con la qualifica di luogotenente alla battaglia di Custoza (1866). Alla fine del 1867 a Firenze assume la direzione della rivista del Ministero della guerra L'Italia militare e nel 1868 pubblica una raccolta di sue notazioni e bozzetti nel libro "La vita militare".
Il buon esito del suo primo libro lo incoraggia a intraprendere la carriera giornalistica e l'attività di scrittore. Si stabilisce a Torino.
Come inviato della Nazione, quotidiano di Firenze, assiste alla presa di Roma nel 1870; viaggia molto (Europa, Stati Uniti) e collabora con giornali e periodici: la Nuova Antologia, Le Cronache Bizantine, L'Ilustrazione Italiana, il Fanfulla, la Tribuna.
Progetta e coltiva per lungo tempo un libro di cui scrive all'editore Emilio Treves già nel 1878:

"Ho in testa un libro nuovo, originale, potente, mio - di cui il solo concetto mi ha fato piangere di contentezza e di entusiasmo... Mi son detto: per fare un libro nuovo e forte bisogna che lo faccia colla facoltà nella quale mi sento superiore agli altri – col cuore".

Il 17 ottobre 1886, all'apertura delle scuole, esce "Cuore", per l'editore Treves: un'intelligente operazione di marketing per un libro che racconta un anno scolastico tipico (l'autore, sposato a Teresa Boassi, ha due figli: Furio e Ugo) come un intreccio di vite private di studenti, maestri e famiglie, episodi scolastici ed eventi pubblici, sagge riflessioni e letture edificanti. Il successo dell'opera – che fa leva sulla sensibilità del lettore per i temi più nobili, eroici e compassionevoli – è enorme, nonostante l'accoglienza molto tiepida degli ambienti religiosi che vengono tenuti a margine di una visione di laica coerente con l'etica risorgimentale dell'autore già orientata verso il socialismo. Alla fine del 1886 viene battuto ogni record con 41 edizioni e 18 domande di traduzione. Le vendite si contano a centinaia di migliaia di copie, e nel 1923 si raggiungerà quota un milione.
Seguono altri libri, tutti di successo, particolarmente "La carrozza di tutti" del 1899.
Agli inizi del nuovo secolo pubblica presso l'editore fiorentino Giuseppe Nerbini, ma nel 1906 è ancora con i fratelli Treves per pubblicare tra l'altro "L'idioma gentile", un complesso libro sulla lingua italiana e modi e vezzi di praticarla, la lettura, la dialettica, la sua continua evoluzione.
Molto provato da un difficile rapporto coniugale e dal suicidio del figlio ventiquattrenne Furio (Torino, 15 novembre 1898), l'autore muore a Bordighera (Imperia, Italia) l'11 marzo 1908.

"Novelle" nella prima edizione del 1872.

Bibliografianel 1908
La vita militare186865 ed.*
NovelleLe Monnier, Firenze, 187224 ed.
Spagna1872---
Marocco1874?22 ed.
Costantinopoli1874?29 ed.
Olanda1874, a dispense per Treves nel 188419 ed.
Ricordi di Londra1879?24 ed.
Poesie?11 ed.
Ritratti letterari?-
Gli amici188320 ed.
Alle porte d'Italia188412 ed. **
Sull'oceano
[sull'emigrazione italiana]
188928 ed.
Il vino?2 ed.
Il romanzo d'un maestro189026 ed.
CuoreTreves, Milano, 1886430 migliaio
Amore e ginnastica1892-
Fra scuola e casa?10 ed.
Questione sociale
[raccolta di articoli da Il grido del popolo di Torino]
1894-
La maestrina degli operai18953 ed.
Ai ragazzi [discorsi]?12 ed.
La lettera anonima [conferenza]?2 ed.
La carrozza di tutti189922 migliaio
Memorie?9 migliaio
Ricordi d'infanzia e di scuola?9 migliaio
Capo d'anno - pagine parlate?7 migliaio
Nel Regno del Cervino?8 migliaio
Lotte civiliNerbini, Firenze, 1900
Nerbini, Firenze, 1904, ed.pop. L.1
-
Il denaro degli altriNerbini, Firenze-
L'idioma gentileTreves, Milano, 190544 migliaio
Pagine allegreTreves, Milano, dic. 1905;
4 migliaio: 1906
9 migliaio
Nel Regno dell'Amore190710 migliaio
edizioni postume
Nuovi ritratti letterari e artistici1908-
Nuovi racconti e bozzetti1908-
Bozzetti umoristici e letterari1909-
Viene ritrovato e pubblicato soltanto nel 1980 anche un significativo "Primo Maggio"
* dall'ed. definitiva del 1880
** dall'ed. del 1888