François LEJEUNE (Jean Effel) 1908-1982

Jean Effel

Nasce a Parigi (Francia) il 12 febbraio 1908. Figlio del mercante Albert Abraham Lejeune e della professoressa di tedesco Pauline Marie Clairin, studia arte e materie umanistiche nella capitale francese. Non trova la sua strada nella pittura o nella drammaturgia, ma le sue illustrazioni sono apprezzate da diversi periodici. Le sue iniziali, FL (effe elle), gli suggeriscono il nome d'arte Effel, che userà sempre. Dal 1932 collabora con il quotidiano Paris-Soir (Parigi sera) e cinque anni più tardi sarà il primo disegnatore assunto dal giornale.
Collabora con molti dei maggiori giornali umoristici satirici di quegli anni, come Le Rire, Fantasio e L'Os à moelle.
Già prima della guerra collabora con giornali e riviste politicamente di sinistra, come Le canard enchêné e L'Humanité.
Dopo la Liberazione, per la casa editrice belga Edibel pubblica nel 1945 gli albi "Jours sans alboches" (prefazione di René Lefevre), "45 de fièvre" (prefazione di Joseph Essel) e "Mille neuf cent... 45-fillette" (prefazione di Pierre Bernard), selezione di sue vignette apparse in Action, La bataille, Le canard enchainé, Carrefour, Concorde, France et monde, France-soir, Front national, Gavroche, Ici Paris, Lettres françaises, La Marseillaise, Le patriote du Sud-Ouest, La rue, Volontés. Grande protagonista è una giovane e combattiva "Marianna" (donna simbolo della Francia con tanto di berretto frigio) che sarà abituale nelle sue vignette e diventerà talmente popolare da diventare testimonial di campagne sociali (come quella a favore della scuola pubblica e laica).
Altri album raccolgono anno dopo anno le sue vignette migliori, come "RPF rassemblement de petites facéties", con 116 disegni del 1947, pubblicato da La Bibliotèque Française di Parigi.
annotitoloed. francese
1947La vie naïve d'Adame et EveRené Julliard
1950?La vie naïve d'Adame et EveRené Julliard
1951Le diable et son trainRené Julliard
Le roman d'Adam et ÈveEditions
Cercle d'Art
1953La création de l'homme
1954L'école paternelle
1956Le jardin d'Eden
1958Seul maître à bord...
1960Opération Ève
1961La jeune première
La création du mondeLe livre
de poche
1971Le ciel et la terre
1972Les plantes et les animaux
1973L'homme
1974La femme
1974Le roman d'Adam et Ève
1976Le petit ange
1981La vie amoureuse d'Adam et ÈveJulliard
Intorno al 1950 comincia a pubblicare raccolte di sue vignette presso l'editore parigino René Julliard, esordendo con "Turelune, le cornepipeux" e dando inizio, con "La vie naïve d'Adame et Eve" e "Le diable et son train", a un filone creativo che si consoliderà nelle serie "Le roman d'Adam et Eve" e "La création du monde".
Oltre a collaborare con le maggiori testate comuniste, estende la sua collaborazione anche a Libération, Le Figaro, L'Express, Paris-Match, Elle e numerose altre pubblicazioni di ogni genere. È tra i pochi autori occidentali ammessi a pubblicare nell'URSS (sul giornale satirico-umoristico Krokodil, ma anche su Izvestia e Pravda) e riceverà nel 1968 il Premio Lenin per la pace. Contemporaneamente pubblica sulla statunitense Harper's Bazar.
Molto apprezzato come umorista grafico per l'immediatezza della comunicazione e la semplicità del segno, lavora per la pubblicità e pubblica libri illustrati.
Un elemento ricorrente nelle sue vignette è il disegno di una margherita, omaggio alla moglie (che vivrà fino al 1996).
Muore a Parigi (Francia) l'11 ottobre 1982.

 

Le Poste francesi nel 1983 stampano un francobollo, "Hommage à Jean Effel", che riproduce la sua celebre Marianne nell'atto di leccare una busta per chiuderla e spedirla, e per la prima volta la Francia rende un simile omaggio a un umorista grafico.

  • Jean Effel. "RPF rassemblement de petites facéties", raccolta del 1947. La Bibliotèque Française, Parigi, sd [1948].
  • Jean Effel. "Le diable et son train". René Julliard, Parigi, 1951.
  • Pierre Bernard, prefazione a "Mille neuf cent... 45-fillette - 67 dessins de Jean Effel". Edibel, Bruxelles, sd [1945].
in Italia:
  • Mark Twain e Jean Effel. "EVA così scrivEVA" (Eve's Diary). Federico Elmo Editore, Milano, s.d. .
  • Jean Effel. "...e Dio creò il cielo e la terra...". Piero Gribaudi Editore, Torino, 1° ed. novembre 1969; 1° rist. febbraio 1970 .
  • Jean Effel. "...e Dio creò l'Uomo e la Donna...". Piero Gribaudi Editore, Torino, 1° ed. marzo 1970 .