Gualtiero SCHIAFFINO (Skiaffino)1943-2007
Nasce a Camogli (Genova, Italia) nel 1943. Discende da famiglia di antiche tradizioni marinare. Interrompe gli studi di giurisprudenza per lavorare in pubblicità. Nel 1970 crea la serie umoristica satirica I santincielo e vince il concorso indetto dal quotidiano romano Paese sera. Abbandona così il mondo pubblicitario per dedicarsi al cartooning e comincia a pubblicare un po' dappertutto: su Undercomics nel 1973, Eureka dal 1974, La gazzetta di Parma, Urania, I gialli Rizzoli eccetera.
Al fortunato filone "paradisiaco" affianca presto la serie dei Diavoli su Segretissimo e sul Corriere dei ragazzi.
Nel 1975 realizza l'inserto settimanale di narrativa d'evasione La bancarella per il quotidiano genovese Il lavoro (il primo numero Ŕ di venerdì 28 febbraio), presto affiancato dall'omonima rivista, di periodicitÓ saltuaria e dalla formula variabile. Pubblica con la Casa editrice Dardo "La presa per il culto" (1975) e "Lei non sa chi sono Dio" (1976).
Dagli anni Novanta porta la rivista Andersen, specializzata nella letteratura e nell'illustrazione per l'infanzia e con forte attenzione alla didattica, a notevoli livelli di diffusione.
Impegnato anche in politica, opera come assessore al patrimonio culturale della Provincia di Genova.
Mentre si accinge a inaugurare una ricca mostra su "I Mille volti di Garibaldi", l'eroe dei due mondi nella caricatura di ieri e di oggi, nella nativa Camogli, improvvisamente le sue condizioni di salute si complicano e l'autore si spegne proprio nel giorno di Natale: muore il 25 dicembre 2007.