GARZANTI1938
Viene fondata nel 1938, dopo la promulgazione delle leggi razziali, quando l'industriale della chimica Aldo Garzanti rileva la casa editrice Fratelli Treves con tutto il suo ricco catalogo.
Durante la guerra, i bombardamenti del 1943 su Milano colpiscono anche archivio e magazzini della casa editrice. Dopo la Liberazione, tuttavia, ha inizio un periodo particolarmente felice e di espansione.
Tra le pubblicazioni di successo va segnata la collana enciclopedica popolare "Saper tutto" in volumetti tematici (dal 1949).
L'editore realizza inoltre a Forlì (sua città natale) il centro studi Fondazione Livio e Maria Garzanti (dal nome dei genitori), in una sede progettata dall'architetto Giò Ponti.
Nel 1952 lascia al figlio Livio Garzanti la guida della casa editrice, che le darà un nuovo impulso, avviando anche (nel 1960) un proprio stablimento tipografico che consentirà un sensibile abbattimento dei costi.
Vedono la luce, tra l'altro:
  • collane di gialli delle "Tre Scimmiette" (1953-1964) e i Gialli Garzanti (dal 1964), collane periodoche di letteratura poliziesca
  • collana Romanzi moderni, cartonati con sovraccoperta (almeno dal 1953)
  • "Il mio amico", 1957, enciclopedia per ragazzi in 6 volumi (cinque tematici, mentre l'ultimo è una scatola contenente l'interattivo e didattico "Giuoco della civiltà")
  • collana Dizionari Garzanti
  • collana Garzantine piccole enciclopedie (dal 1962, data di pubblicazione dell'"Enciclopedia Universale", si aggiungono poi una trentina di titoli monografici)
  • collana Garzanti per tutti (serie I grandi libri, Romanzi e realtà, "I romanzi famosi", "Romanzi d'azione"), perodici tascabili (dal 1964), diventando poi I Garzanti
  • collana I grandi libri Garzanti, perodici tascabili (dal 1973) con nuova numerazione ma proseguendo l'esperienza di "Garzanti per tutti - I grandi libri"
  • "Enciclopedia Europea"
    Nel 1994 il pacchetto azionario della casa editrice viene ceduto alla UTET e alle Messaggerie Italiane, che successivamente separano definitivamente la Garzanti Linguistica di proprietà UTET (che a sua volta sarà assorbita dal Gruppo De Agostini) e la Garzanti Libri (narrativa, saggistica e "Garzantine") di proprietà Messaggerie Italiane (che poi confluirà nel Gruppo GEMS, Gruppo Editoriale Mauri Spagnol).

     

  •