Casa editrice TREVES1861-1938
Fondata nel 1861 da Emilio Treves (Trieste 1834-Milano 1916). Nel 1874 Emilio tiene per sè la direzione letteraria e artistica dello Stabilimento, creando nuovi giornali letterari e illustrati, mentre il fratello Giuseppe Treves (Trieste 1839-Milano 1904) viene affidata soprattutto l'amministrazione.
Le prime importanti testate periodiche sono Il giro del mondo (dal 1864; ogni semestre forma un volume), Il museo di famiglia e il settimanale Universo illustrato (dal 1867).
Nasce il 7 novembre 1869 Illustrazione popolare (dal n. 42 del 15 settembre 1895 Illustrazione popolare - giornale per le famiglie), inizialmente bisettimanale, poi settimanale (dal 15 febbraio 1872). Durante la guerra (dal n. 33 del 13 agosto 1914) varia in La guerra europea. Cessa le pubblicazioni nel 1916, anno della scomparsa di Emilio Treves.
Nel 1865 esordisce l'Annuario scientifico-industriale. La divulgazione scientifica si esprime in numerosi volumi e in collane popolari; da segnalare la serie di 6 volumi de "La vita e i costumi degli animali" di Figuier, con oltre 3.000 incisioni (1. I mammiferi; 2. Gli uccelli; 3. I rettili e i pesci; 4. Gl'insetti; 5. I molluschi ed i zoofiti; 6. L'uomo e la razza umana).
Nel 1868 la casa editrice pubblica i primi 45 volumi de La scienza del popolo, collana di letture scientifiche popolari (25 centesimi al volume), proseguendo l'edizione nel 1869. Pubblica anche le "Conversazioni scientifiche" di Michele Lessona, professore di zoologia all'Università di Torino.
Nel 1869 pubblica nella collana "Biblioteca utile" il saggio di Edmond About "L'abbicì di chi lavora" ("ABC du travailleur").
 
"La sacra Bibbia" del Doré
Il 1° novembre 1868 comincia a pubblicare a dispense "La sacra Bibbia", illustrata da 230 tavole del Doré e il testo ornato dal pittore Enrico Giacomelli; la traduzione scelta è quella di Monsignor Antonio Martini, accompagnata da note sotto la revisione dell'Arcivescovo di Milano, e la tiratura è di 20.000 esemplari (ma a questa edizione "di lusso" vanno aggiunti 300 esemplari di una tiratura "di Gran Lusso" numerata e personalizzata). L'edizione francese (1866) è valsa alla casa editrice Mame il primo gran premio dell'Esposizione Universale di Parigi. Ogni numero, nell'edizione italiana, costa 25 centesimi ed è costituito da 4 pagine e una tavola del Doré; escono 2 numeri alla settimana, e 5 numeri (cioè 20 pagine e 5 quadri) formano una "dispensa" del costo di lire 1,20: chi sottoscrive un abbonamento (45 lire per l'opera completa di 46 dispense) riceve per posta ogni 20 giorni una dispensa, avvolta in una copertina e arrotolata. L'edizione di Gran Lusso costa invece complessivamente 120 lire.
 
L'illustrazione italiana
Nel 1873 pubblica la Nuova illustrazione universale, che diventa L'illustrazione universale e infine, nel novembre 1875, si trasforma ne L'illustrazione italiana.
 
"Cuore" di Edmondo De Amicis
La prima edizione del libro è dell'autunno del 1886. Nel 1891 viene prodotta anche un'edizione illustrata (con disegni di A. Ferraguti, E. Nardi e A.G. Sartorio): una versione lusso da 20 lire, rapidamente esaurita, ristampata nel 1902 a sole 10 lire, infine proposta in versione popolare nel 1904 a sole 5 lire. Nel corso del 1904 la casa editrice Fratelli Treves può festeggiare orgogliosamente il raggiungimento delle 300.000 copie di diffusione del libro, che diventano già 310.000 verso la fine dell'anno: un record.
 
Margherita
Giornale di moda e letteratura di gran lusso.
"Il più splendido e più ricco giornale di questo genere. Esce ogni settimana in 12 pagine in-4 grande come i grandi giornali illustrati, su carta finissima, con caratteri fusi appositamente, con splendide e numerose incisioni, copia e varietà di annessi e ricchezza di figurini. Esso è l'unico che possa competere coi giornali di mode stranieri. Anche la parte letteraria è molto accurata. I racconti e i romanzi sono tutti originali e dovuti alla penna dei nostri migliori scrittori".
 
La moda
Giornale delle dame - il più ricco e il più diffuso nelle famiglie
"Esce una volta al mese e si compone di 16 pagine di testo ricche d'incisioni di moda e di lavori intercalati nel testo. Ad ogni numero sono aggiunti: uno splendido figurino colorato; due figurini neri; una grande tavola di ricami e modelli; modelli tagliati; una tavola colorata di lavori in tappezzeria o lavori sul cartoncino; giochi di società, sorprese, oleografie, ecc.".
Supplemento letterario alla Moda
E' un numero mensile di 16 pagine nell'eguale formato della Moda, con racconti e articoli ameni ed istruttivi dovuti a valenti scrittori, con ricche illustrazioni".
 
Giornale dei fanciulli
 
La ricreazione
 
"Biblioteca illustrata per i ragazzi"
 
"Biblioteca illustrata per i fanciulli"
 
 
Nel 1933 la casa editrice si unisce alla Bestetti-Tumminelli e all'Istituto Treccani.
Nel 1938 la casa editrice è acquistata dall'editore Aldo Garzanti.
  •