Albert UDERZO1927-2020
Nasce a Fismes (Parigi, Francia) il 25 aprile 1927 da immigrati italiani, e dimostra una grande abilità nel disegno fin dalle elementari. Già nel 1940, a tredici anni e mezzo, lavora a Parigi nella redazione di Junior, facendo qualche disegno e occupandosi di impaginazione e di ricerca iconografica.
Alla fine della Seconda guerra mondiale collabora con la rivista O.K. dando tra l'altro vita ad Arys Buck (un guerriero gallo invincibile che può essere considerato una specie di precursore di Asterix) e al medievale Belloy (protagonista di storie prevalentemente umoristiche).
Nella prima metà degli anni Cinquanta, in seguito alla chiusura di O.K., inizia a collaborare con France-Soir e France-Dimanche illustrando fatti curiosi ed episodi di cronaca.
Si sposa nel 1953 con Ada Milani e avranno una figlia, Sylvie, nel 1956.
Nel 1954 conosce lo sceneggiatore René Goscinny, con il quale realizza tra l'altro le avventure del pellerossa Oumpah-Pah (dal 1958 su Tintin). Insieme danno vita in Francia ad Asterix, uno dei più popolari personaggi di tutti i tempi, già sulle pagine del primo numero di Pilote nel 1959.
Nello stesso anno, sul neonato settimanale francese, su testi di Jean-Michel Charlier dà vita anche ai piloti Tanguy e Laverdure, che in seguito saranno continuati da Jijé.
Continua da solo le avventure di Asterix, dopo la morte di Goscinny avvenuta nel 1977, fondando Les Editions Albert René, che continuano a pubblicare le nuove avventure del piccolo gallo e del suo villaggio.
Si ritira definitivamente nel 2011, affidando il personaggio ancora in testa alle classifiche allo sceneggiatore Jean-Yves Ferri e al disegnatore Didier Conrad.
Muore nella sua casa a Neuilly-sur-Seine (Francia) il 24 Marzo 2020.
  • Bernard de Choisy. "Uderzo-storix - l'aventure d'un gallo-romain". Editions Jean-Claude Lattès, ottobre 1991.