LES FRUSTRÉS (I frustrati)Francia, 1973 / umorismo, satira / di Claire Bretécher
In Italia "I frustrati" vengono pubblicati sulle pagine di Linus e in volumi della Bompiani.

Le tavole autoconclusive dei Frustrati, una serie ironica e graffiante sui borghesi "aspiranti rivoluzionari" da salotto con i loro discorsi velleitari a à la page, vedono la luce nel 1973 sulle pagine di Le Nouvel Observateur, settimanale di punta della sinistra francese, e procurano rapidamente alla sua autrice, Claire Bretécher, una grande popolarità.
Le sue maggiori fonti di ispirazione sono la televisione, i giornali e le riviste, ma l'artista non ha alcuna difficoltà ad ammettere che lei stessa e i suoi amici hanno spesso non pochi punti di contatto con le tavole disegnate. "Ma gli amici che sono stati presi di mira nelle mie tavole non me ne vogliono: sanno che con l’autoironia si può guarire dai difetti", dichiara. Quello che forse l'autrice non immagina, è che sta inaugurando addirittura un genere: mentre il "personale" si impone al "politico", diversi autori – e i francesi in prima linea – cominciano a indagare i propri comportamenti e il proprio ambiente mettendone a nudo, talvolta in modo impietoso, le frustrazioni (appunto), il gergo, gli atteggiamenti, le inibizioni e le ipocrisie. Basti pensare alle caustiche rappresentazioni di Lauzier.
Pubblicati un po' in tutto il mondo, i Frustrati arrivano anche in Italia, sulle pagine di Linus, e sono raccolte in volumi dalla Bompiani.


Testate del CATALOGO DEL FUMETTO ITALIANO:
LINUS

  • Claire Bretécher. "Les frustrés". Edité par l'auteur, stampato a Luçon (Francia), novembre 1996; volume cartonato, 304 pagine bianco e nero, con risguardi.