Joe Palooka Stati Uniti, 1928 / avventura / Ham Fisher
Nato in un periodo di grande interesse per la boxe, Joe Palooka è un ragazzone grande e grosso, un po' ingenuo, che conquista il titolo di campione dei pesi massimi, ma che trova anche il tempo, tra un incontro e l'altro, di vivere, in compagnia del suo pittoresco manager Knobby Walsh e della fidanzata Ann Howe – che sposerà nel 1949 – avventure che si tingono di rosa o di giallo.
Creato nel 1920 da Ham Fisher (anche se soltanto nel 1928 incomincerà a essere pubblicato su una ventina di quotidiani minori e solo dal gennaio 1931 su testate più importanti), questo personaggio diventa assai popolare negli Stati Uniti. Negli anni Sessanta le storie si fanno però sempre più ripetitive e l'interesse dei lettori incomincia a declinare, tanto che nel 1984 la serie viene soppressa.
Più interessato alla distribuzione del suo personaggio che alla realizzazione delle avventure, Fisher lo affida prima a Phil Boyle, poi ad Al Capp (che l'abbandonerà per dar vita a Li'l Abner) e successivamente ad altri autori tra i quali spiccano Moe Leff (che se ne occuperà ufficialmente dopo il suicidio del titolare, alla fine del 1955) e Tony Di Preta.
 
MEDIA: Portato una prima volta sul grande schermo nel 1933 da Benjamin Stoloff (con Stuart Erwin nella parte del protagonista e Jimmy Durante in quella del suo manager) e nella seconda metà degli anni Quaranta in una decina di film interpretati da Joe Kirkwood, negli anni Quaranta Joe Palooka è titolare di un programma radiofonico e in seguito di un serial televisivo.