TINTIN Belgio, 1929 / avventura e umorismo / Hergé (Georges Rémi)
Protagonista di lunghe storie avventurose, sempre sorrette da un'apprezzabile vena d'ironia, Tintin è un giovane e intraprendente reporter giramondo che risolve abilmente enigmi polizieschi e vive avventure che l'hanno portato nell'Unione Sovietica e nel Tibet, nel Congo e negli Stati Uniti e addirittura sulla Luna, con ben sedici anni di anticipo sugli astronauti statunitensi. Accanto a Tintin e al suo cane Milou (Milù in Italia) troviamo molti altri personaggi che Hergé non abbandona mai del tutto ma recupera via via nelle varie storie: dal capitano Haddock, un burbero marinaio dal cuore d'oro, al professor Tournesol (Girasole), scienziato assai distratto, dagli svaniti poliziotti Dupond e Dupont alla cantante lirica italiana Bianca Castafiore e all'amico cinese Tchang.
Il personaggio protagonista viene creato dal ventunenne Hergé (Georges Rémi) per Le Petit Vingtième, supplemento del giovedì del quotidiano Le Vingtième Siecle, ed esordisce il 10 gennaio 1929. Quando la testata interrompe le pubblicazioni, il personaggio viene accolto da Le Soir Jeunesse, supplemento di Le Soir, trasferendosi poi sulle pagine del giornale.
Alla fine della guerra avviene una nuova interruzione, con la sospensione della pubblicazione della testata. Le avventure riprendono però nel 1948, e questa volta su una nuova rivista a fumetti che si chiama appunto Tintin, destinata a diventare rapidamente una delle più importanti nel panorama fumettistico internazionale.
Anche se lo stile di Hergé non ottiene un particolare successo in Italia, dove è proposto a più riprese senza particolare fortuna, tuttavia dà vita a una vera e propria scuola in Belgio e nei paesi francofoni, e la diffusione del suo personaggio è straordinaria e planetaria, con diffusione in milioni di copie e traduzioni anche in russo, cinese e tibetano, latino e occitano.
Hergé è sempre molto meticoloso nella preparazione delle varie storie. Tanto per fare un solo esempio, negli anni Cinquanta realizza le avventure di Tintin sulla Luna soltanto dopo aver parlato con alcuni scienziati di un centro atomico britannico.
Dalla scomparsa di Hergé nel 1983, la Fondazione Hergé si occupa con estremo rigore di amministrare anche l'immagine dell'autore e dei suoi personaggi, mentre nel 2004 viene confermato l'allestimento di un Musée Hergé.  
MEDIA Una statua di cera di Tintin figura nella collezione del museo Grévin di Parigi. Oltre che di numerose trasmissioni radiofoniche e televisive e di alcuni film a disegni animati, questo personaggio è protagonista di due lungometraggi con attori, "Tintin et le mystère de la toison d'or", diretto nel 1962 da Jean-Jacques Vierne, e "Tintin et les oranges bleues", diretto nel 1964 da Philippe Condroyer. In entrambi i casi il ruolo del giovane reporter giramondo viene affidato a Jean-Pierre Talbot.

Bibliografia (in preparazione)

n.titolo originaleedizioni belghe e francesititolo italianoedizioni italiane
PV = Petit Vingtième; S = Soir Jeunesse/Soir; TB = Tintin ed. belga; TF = Tintin ed. francese
CA = ed. Comic Art; DD = ed. Del Duca; G1 = Tintin ed. Gandus; G2 = riedizione Gandus; Lz = ed. Lizard; SL = in LinusRosa; V = Vitt;
1. Tintin au pays des Soviets PV 1929-30; albo: 1930 Tintin nel paese dei Soviet  
2. Tintin au Congo PV 1930-31; albo: 1931    
[riedizione] albo: 1946 Tintin in Congo  
3. Tintin en Amérique PV 1931-32; albo: 1932    
[riedizione] albo: 1946 Tintin in America  
4. Les cigares du pharaon PV 1932-34; albo: 1934    
[riedizione] albo: 1955 I sigari del faraone  
5. Le Lotus Bleu PV 1934-35; albo: 1936    
[riedizione] albo: 1946 Il Drago Blu  
6. L'oreille cassée PV 1935-37; albo: 1937    
[riedizione] albo: 1943 L'orecchio spezzato  
7. L'Île Noire PV 1937-38; albo: 1938    
[riedizione] albo: 1943    
[riedizione] TB 1965; albo: 1966 L'Isola Nera  
8. Le sceptre d'Ottokar PV 1938-39; albo: 1939    
[riedizione] albo: 1947 Lo scettro di Ottokar  
9. Au pays de l'or noir PV 1939-40    
[riedizione] TB 1948-50; albo: 1950    
[riedizione] albo: 1971 Tintin nel paese dell'oro nero  
10. Le crabe aux pinces d'or S 1940-41; albo: 1941    
[riedizione] albo: 1943 Il granchio d'oro  
11. L'étoile mysterieuse S 1941-42; albo: 1942 La stella misteriosa  
12. Le secret de la Licorne S 1942-43; albo: 1943 Il segreto del Liocorno  
13. Le trésor de Rackham le Rouge S 1943; albo: 1944 Il tesoro di Rakam il Rosso  
14. Les sept boules de cristal S 1943-44; albo: 1948 Le sette sfere di cristallo  
15. Le temple du Soleil TB 1946-47; albo: 1949 Il tempio del Sole  
16. Objectif Lune TB 1950-52; albo: 1953 Obiettivo Luna  
17. On a marché sur la Lune TB 1952-53; albo: 1954 Uomini sulla Luna  
18. L'Affaire Tournesol TB 1954-56; albo: 1956 L'affare Girasole  
19. Coke en stock TB 1956-58; albo: 1958 Coke in stock  
20. Tintin au Tibet TB 1958-59; albo: 1960 Tintin in Tibet  
21. Les bijoux de la Castafiore TB 1961-62; albo: 1963 I gioielli della Castafiore  
22. Vol 714 pour Sydney TB 1966-67; albo: 1968 Volo 714 destinazione Sidney  
23. Tintin et les picaros TB 1975-76; albo: 1976 Tin Tin e i Picaros  
24. Tintin et l'Alph-Art albo: 1986 [Tintin e l'Alph-Art]  

 


Testate del CATALOGO DEL FUMETTO ITALIANO:
Tintin (ed. Vallardi, 1955-56) - Gli albi di Tintin (mensile Gandus 1965-66 + ristampe e albi libreria)
Supplementi Linus ("Linus Rosa", 1968) - Vitt (1968-69) - Grandi eroi (Comic Art, 1987-92)
I classici del fumetto di Repubblica (prima serie, 2003)

e inoltre: volume ed. Cino Del Duca (1961) - volumi Gandus (1968, 1977-79) - volumi ed. Lizard (dal 1999)

  • "L'oeuvre intégrale d'Hergé, vol. 1". Rombaldi Editeur, Casterman, Tournai (Belgio), febbraio 1985.
  • Benoît Peeters. "Le monde d'Hergé". Casterman, Tournai (Belgio), novembre 1983.
    BIBLIOGRAFIA IN PREPARAZIONE