PIMPAItalia, 1975 / umorismo, prima infanzia / ts e ds: Altan
Simpaticissima cagnetta-bambina a pallini rossi, con la lingua perennemente a penzoloni, la Pimpa è creata dal popolare autore di satira e di fumetti Altan per la sua bambina, e approda nel 1975 alle pagine del Corriere dei piccoli, dove diventa in breve tempo uno dei personaggi più noti e più amati di quel settimanale. Creata con un tratto che ricorda il modo elementare di disegnare dei bambini e colorata con toni vivaci, in realtà sia il segno grafico sia la scelta dei colori rispondono a scelte rigorose e sono oggetto di grande attenzione da parte dell'autore.
La Pimpa vive insieme al signor Armando, un dolce e comprensivo padrone-papà che la asseconda in tutti i suoi desideri, ed è sempre indaffarata a combinare qualcosa di utile e interessante. Può parlare agli oggetti, che naturalmente le rispondono a tono, ed è sempre disponibile se si tratta di aiutare una nuvola triste o una caffettiera che non vuole più fare il caffè. Talvolta la cagnolina combina qualche pasticcio, ma lo fa sempre per caso e senza nessuna cattiveria, perché è fondamentalmente buona e generosa.
Nel 1987 la produzione di Altan (aiutato anche dalla moglie Mara Chaves e con il supporto dell'agenzia Quipos di Marcelo Ravoni) si intensifica ulteriormente per alimentare una rivista mensile Pimpa di larga diffusione (edita da Panini), mentre continua la produzione di libri per bambini e prenderà il via, poco tempo dopo, la produzione di una serie a disegni animati.

Testate del CATALOGO DEL FUMETTO ITALIANO:
CORRIERE DEI PICCCOLI, PIMPA