UNCLE SCROOGE (Paperon de' Paperoni, Zio Paperone) Stati Uniti, 1947 / umorismo / di Carl Barks
Nella storia "Donald Duck's Christmas on Bear Mountain", pubblicata nell'albo Dell Four Color n.178 (dicembre 1947) e più volte ristampata in Italia con il titolo "Il Natale di Paperino su Monte Orso", il maestro disneyano Carl Barks introduce il personaggio di Uncle Scrooge (Paperon de' Paperoni), direttamente ispirato all'Ebenezer Scrooge protagonista del "Racconto di Natale" di Charles Dickens.
Inizialmente è dunque un vecchio malandato, scontroso e brontolone, che odia tutto e tutti. Ma con il passare del tempo diventa più giovanile e anche molto più simpatico, trasformandosi in un imprenditore moderno e dinamico, astuto e spregiudicato, sempre caratterizzato dalla vecchia palandrana, cilindro, bastone e occhialini pinze-nez. Avarissimo oltre ogni dire – anche se talvolta è capace di spese folli pur di essere accettato in società – questo simpatico personaggio vive in un immenso deposito pieno di dollari su una collina che domina Paperopoli, ma è spesso in giro per il mondo alla ricerca di qualche tesoro insieme al nipote Donald Duck (Paperino in Italia), e ai tre nipotini Qui, Quo e Qua.
Tra i suoi più irriducibili avversari c'è la "terribile" Banda Bassotti (che periodicamente tenta di impossessarsi delle sue immense ricchezze), il supermiliardario Rockerduck e la fattucchiera Amelia (una bruna bellezza mediterranea che abita alle pendici del Vesuvio e vorrebbe impossessarsi della prima moneta guadagnata dal plurisuperextramegamiliardario per diventare a sua volta ricchissima): tutti personaggi creati dallo stesso autore, Carl Barks, nel corso degli anni, così come allo stesso autore dobbiamo l'ideazione del gigantesco deposito che funge anche da abitazione a Zio Paperone.
Del ricchissimo zio sappiamo ormai tutto, dalle prime esperienze come cercatore d'oro nel Montana, con la scoperta del primo filone nel Klondike, fino alla giovanile parentesi romantica con Doretta Doremì, e sappiamo che il "vecchio taccagno" è capace di atti di grande generosità.
Sul finire degli Ottanta un altro autore disneyano, Keno Don Rosa, si è assunto l'onere di scrivere e disegnare un'imponente saga di Paperon de' Paperoni ("Life and Time of Scrooge McDuck"), mettendo ordine nei ricordi costituiti da mezzo secolo di storie e ricostruendo l'albero genealogico del personaggio. Secondo la sua ricostruzione, Zio Paperone sarebbe nato nel 1867 a Glasgow (dove avrebbe guadagnato il primo decino facendo il lustrascarpe), ultimo rampollo del clan scozzese dei McDuck.
  • Franco Fossati. Carl Barks Guide. Collana "I libri di WOW - Libreria dell'immagine", ID - La borsa del fumetto, Milano, ottobre 1992.
  • In internet: Carl Barks Guide in italiano.