Alberto TEDESCHI1908-1979
Nasce a Bologna (Italia) nel 1908. La famiglia si trasferisce a Milano (Italia) sul finire della guerra mondiale. Studente del liceo classico Parini, versato nello studio delle lingue, apprende sia il francese che l'inglese e si interessa alla letteratura "popolare" spaziando cosė in gran parte della cultura occidentale.
A ventidue anni, nel 1930, fonda nel capoluogo lombardo la Alberto Tedeschi Editore Milano (ATEM), che opera soltanto per un anno ma riesce a pubblicare "L'uomo che sapeva" di Edgar Wallace, "Il delitto di Gramercy Park" di A.K. Green, "Il sandalo rosso" di Arnould Galopin e "Il mistero del treno 557" di H.J. Magog [Henri-Georges Jeanne].
L'editore Giuseppe Monnanni [Monanni] gli affida la traduzione di "Benissimo Jeeves!" di P.G. Wodehouse, quando Silvio Spaventa Filippi (1871-1931) per malattia deve abbandonare l'amato autore britannico.

 

Nel 1951 cura, con Enzo Orlandi, la "nuova serie" dei Romanzi della Palma.
Storico direttore de I Gialli Mondadori.

 

PAGINA IN PREPARAZIONE

 

Muore a Milano (Italia) nel 1979.