Tiramolla Story

Queste pagine sono un omaggio a uno dei più importanti personaggi della letteratura disegnata italiana. Tiramolla nasce nel 1952 dalla fantasia creativa di Roberto Renzi, allora ventinovenne ma già sceneggiatore conosciuto, e dalla straordinaria matita e dal pennello del ventitreenne Giorgio Rebuffi. Renzi sceglierà in seguito come attività primaria il giornalismo, diventando personalità di spicco nel panorama milanese, per lungo tempo presidente del Circolo della stampa. Rebuffi è ancora oggi una delle grandi firme del nostro fumetto, conosciuto e amato anche all'estero. L'editore è Giuseppe Caregaro, con le sue Edizioni Alpe (già Alpe Subalpino), importante contraltare italiano al fumetto statunitense. Il contesto sono le avventure di Cucciolo e Beppe, personaggi nati oltre dieci anni prima (nel 1940) con l'aspetto di animali antropomorfi, secondo l'uso di marca disneyana, su testi dello stesso Caregaro e con disegni di Rino Anzi, poi sottoposti a un progressivo restiling, culminato nel gennaio 1952 nel nuovo formato "libretto" e la definitiva conferma di un aspetto umanizzato.

Museo Franco Fossati

E' in Cucciolo mensile n. 8 (agosto 1952) che ha inizio l'avventura dove apparirà il nuovo personaggio Tiramolla, concludendosi con la quarta puntata nel n. 11 (novembre 1952). Esattamente dieci anni dopo, le quattro puntate verranno unificate sotto il titolo "Il mistero della villa" (Le storie di Tiramolla anno 2 n. 18, 23 agosto 1962).

(segue)

 

© by Fondazione Franco Fossati. Tiramolla è © degli autori