Guillermo SACCOMANNO1948
Nasce a Buenos Aires (Argentina) nel 1948. Comincia la sua attività di sceneggiatore intorno al 1972 per la Editorial Columba. Scrive i testi per Ted Marlow, Tres por la ley, Argón el justiciero; nella collana "La historia popular" di Cedal pubblica El Folletín in collaborazione con Ema Wolf. Nel 1973 collabora con Durañona per alcune case editrici statunitensi (per esempio scrive Fallen Angels, apparso in Eerie, famosa testata della Warren) mentre in patria, per Columba, crea la serie poliziesca Sam Malone, disegnata da Enio. L'anno seguente fa parte dello staff di Skorpio fin dal primo numero. Nel 1975 scrive vari fumetti umoristici per Chaupinela. Inizia in questo periodo la collaborazione con Trillo per scrivere una storia critica del fumetto argentino che apparirà a puntate sia su Tit-Bits, sia su Skorpio (raccolta infine nel volume "Historia de la historieta argentina", sempre per le Ediciones Record). Nel 1976 prosegue vari personaggi iniziati da Oesterheld e l'anno seguente firma per Skorpio la serie di El condenado, disegnata da Mandrafina. Successivamente troviamo sue collaborazioni con editori spagnoli, italiani, americani e inglesi mentre parallelamente prosegue un discorso critico sul fumetto e sulle sue tecniche di espressione, attraverso articoli e libri. Tra le collaborazioni, oltre a quelle già citate, si devono ricordare El Aire e William Wilson (con Alberto Breccia, per l'italiana Linus e la francese Charlie), Serie Negra (con Altuna e poi Trigo, per le Ediciones Record), Angeles Caídos (con Durañona, per l'Europa), Loco Sexton (con Arturo del Castillo, per Skorpio), Nekrodamus (con Lalia), ¡Bandidos!, Klondike e Moby Dick (con Enrique Breccia).