Nascite e morti

| fino al 1894 | 1895-1913 | 1914-1928 | 1929-1938 | 1939-1945 |

1895-1913: i primi eroi (1)

| 1895 | 1896 | 1897 | 1898 | 1899 | 1900 | 1901 | 1902 | 1903 | 1904 | 1905 | 1906 | 1907 | 1908 | 1909 | 1910 | 1911 | 1912 | 1913 |


1895
Nel frattempo:
  • Gran Bretagna. Lo scrittore Herbert G. Wells pubblica il romanzo "The Time Machine" (La macchina del tempo).

1896
  • Stati Uniti. 5 gennaio: il camicione del personaggio disegnato da Outcault diventa giallo (in "Golf - The Great Society Sport as Played in Hogan's Halley"), e il buffo bambinetto comincia a essere chiamato Yellow Kid, ma bisognerà attendere il 16 febbraio e la tavola "The Great Dog Show in M'Googan Avenue" per trovare raccolti tutti gli elementi utili per identificare un vero fumetto, e questa data è indicata come l'inizio del fumetto serializzato e prodotto industrialmente.
  • Ottobre: un altro grande editore, William Randolph Hearst, introduce i fumetti nel quotidiano New York Journal: "Otto pagine di fulgore policromo che fanno apparire l'arcobaleno come un tubo di stagno". Il 17 ottobre Outcault abbandona Pulitzer e passa a Hearst, ma Yellow Kid continua anche sul New York World, disegnato da George Luks.
  • Gran Bretagna 16 maggio: su Illustrated Chips n. 298, inizia Weary Willie and Tired Tim di Tom Browne.

1897

1898

1899
  • Italia. Esce il primo numero di Novellino, giornale illustrato per i bambini della Casa Editrice Calzone-Villa di Roma; durerà 29 anni.
  • 8 gennaio: è in edicola il primo numero della Domenica del Corriere, settimanale del quotidiano milanese, con copertina di Achille Beltrame.
  • Nasce a Roma Raoul Verdini, a Torino Craveri, a Firenze Sgrilli, in Spagna Freixas, negli USA Saunders e Berndt.

1900

1901
  • Italia. Sulle pagine di Novellino appare Cretinetti, probabilmente il primo personaggio seriale italiano, con gag in quattro tempi e testo in didascalia. Ispirerà qualche tempo dopo l'omonimo personaggio delle comiche finali.

1902
  • Stati Uniti. 4 maggio: Outcault pubblica Buster Brown sul New York Herald; finirà nel 1920.
    Clare Briggs pubblica sul Chicago American la prima striscia quotidiana statunitense: A. Piker Clerk.
    L'International Feature Service inizia a distribuire Alphonse e Gaston di Frederick Burr Opper.
    Marzo: sul Philadelphia North American inizia The Airshipan di Charles W. Kahles; cesserà nell'ottobre 1903.
  • Gran Bretagna. Comincia Casey Court di Julius Stafford Baker.
  • Svezia. Il primo fumetto è Mannen som gör vad som feller honom in (L'uomo che fa tutto quello che gli passa per la mente) di Oscar Andersson.

1903

1904
  • Italia. 11 febbraio: una tavola di Yellow Kid appare sul n. 7 di Novellino.
  • Stati Uniti. Con lo pseudonimo di Silas, Winsor McCay inizia Dreams of a rarebit fiend (incubi di un mangiatore di crostini al formaggio) sull'Evening Telegram.
    10 aprile: iniziano The Newlyweds di George McManus sul Sunday World di New York; cesseranno nel 1956.
  • Gran Bretagna. 16 aprile: esordisce Tiger Tim (Tigre Tino) sul Daily Mirror (farà parte della squadra dei Bruin Boys dal 1914).
  • Canada. La prima striscia franco-canadese, Le père Ladébauche di Hector Berthelot e Joseph Charlebois, esordisce sul giornale La Presse; cesserà nel 1957.

1905
  • Stati Uniti. 15 ottobre: inizia Little Nemo in Slumberland di Winsor McCay sul New York Herald dell'editore James Gordon Bennet jr.
    Jimmy Swinnerton crea Little Jimmy.
  • Francia. 2 febbraio: appare il personaggio femminile Bécassine, disegnata da Joseph Porphyre Pinchon, in La Semaine de Suzette n.1; i testi sono inizialmente di Jacqueline Rivière, poi di Caumery (Maurice Languereau); la testata durerà fino al 1960.
  • Brasile. Esce il giornalino a fumetti O Tico Tico.
  • Giappone. Viene fondato Tokyo Puck.
    1906

    1907
    • Stati Uniti. 15 novembre: appare Mutt (poi Mutt and Jeff) di Bud Fisher sul San Francisco Chronicle: sarà la prima striscia quotidiana di grande successo.

    1908

    1909

    1910
    • Stati Uniti. 26 luglio: appare Krazy Kat, di George Herriman, come appendice a un'altra serie dello stesso autore; il personaggio diverrà autonomo nel 1913.
    • Si scatena una grande campagna contro i fumetti, accusati di essere antieducativi.

    1911

    1912

    1913